Category

News

NO PLACE TO HIDE

NESSUN POSTO DOVE NASCONDERSI

Quest’anno nessun investimento (in dollari) ha conseguito un ritorno positivo.

USA E Brasile attorno allo zero, ma nulla ha battuto la liquidità: un titolo USA trimestrale rende correntemente il 2.30%.
La cautela quest’anno ha pagato.

Il 2017 è stato l’anno delle azioni.
Questo 2018 è stato l’anno della cautela.
Cosa ci riserverà il 2019?

#noplacetohide

Mercati in ribasso 2018: cosa possiamo fare per tutelare i nostri risparmi?

Mercati in Ribasso 2018, cosa fare? Come possiamo tutelare i nostri risparmi?

COSA FARE QUANDO IL MERCATO È AL RIBASSO?
Riflettere, e ascoltare.

Occorre pero non ascoltare TUTTE le notizie!
Nelle fasi di ribasso, il vortice di notizie negative vi sommergerà, e vi sentirete come se un artiglio vi stringesse le viscere.
Per cercare la liberazione da questo dolore, venderete tutto in perdita.
Come sempre.

Per evitare di commettere lo stesso errore, è FONDAMENTALE ascoltare (e riguardare) ciò che avete individuato come la vostra strategia di investimento personale.

Il successo dei vostri investimenti era, è e sarà SEMPRE dato dal VOSTRO atteggiamento di fronte al pendolo eterno tra rialzo e ribasso.

Se seguite il pendolo, e oscillate costantemente tra paura e avidità con il tempismo sbagliato, perdere soldi sui mercati non è una possibilità.
È una CERTEZZA.

Occorre, come sempre, investire quello che ci si può permettere di investire (e quindi veder oscillare senza paranoie e crolli emotivi), mentre quello che NON ci si può permettere di investire non va investito.

Con una parte del capitale ci si difende, con l’altra si attacca.

Pensa ad una partita di calcio:
Schieri tutti gli 11 giocatori in attacco, incluso portiere? Non va bene, prendi 10 gol in 10 minuti.
(Tradotto in finanziario: rischi di fare il -60% su TUTTO il tuo patrimonio. Un disastro).
Tutti gli 11 giocatori in difesa? Non andrai mai oltre lo 0 a 0.
(Tradotto in finanziario: non guadagnerai mai 1 euro).

Questa è la realtà, ed è l’UNICO approccio equilibrato che può salvare ogni investitore dall’emotività dei mercati finanziari.

E TU? HAI UN PIANO?

ITALIA IN CRISI?

Sondaggio: IHS Markit
Scende ai livelli più bassi degli ultimi cinque anni l’indice della fiducia delle imprese italiane.

Soltanto il 28% delle imprese interpellate si aspettava ad ottobre una crescita dell’attività nei prossimi dodici mesi.
Il dato, in netto calo, si attesta ai minimi da giugno 2013.
In discesa anche i piani di espansione del personale.

Verosimilmente, il dato nei prossimi mesi sarà accompagnato da un ulteriore peggioramento.

È’ una correzione o l’inizio di una nuova crisi?

IL CURIOSO CASO DEL BIGLIETTO DEL CINEMA

IL CURIOSO CASO DEL BIGLIETTO DEL CINEMA

Immagina di andare al cinema.
Immagina di pagare il biglietto, di entrare in sala, sederti comodamente nella poltrona…. e scoprire che il film che hai scelto non ti piace per niente.

Cosa fai a questo punto?

Quasi certamente rimani seduto a vedere il resto del film, sperando (illudendoti) che migliori, o almeno che finisca in fretta.

Probabilmente, non pensi all’idea di uscire dal cinema e goderti il resto della serata altrove.

Perchè?
Perché hai PAGATO IL BIGLIETTO E NON VUOI “PERDERE” QUEI SOLDI.

Prova a pensare, pero’, che i soldi del biglietto li hai GIÀ SPESI.
Come ti comporterai dopo, non cambia questo fatto.

Spendere i nostri soldi per qualcosa che non ci godiamo ci da’ la sensazione che siano buttati via.
Ma questo e’ un inganno della nostra mente, perché qualunque scelta faremo dopo, quel denaro non ritornerà nelle nostre tasche.

Allo stesso modo, se hai comprato un prodotto finanziario sbagliato, non fare come al cinema, non aspettare il colpo di scena, non attendere impaziente i titoli di coda, esci dalla sala!

Non c’è tanto da pensare, vendi quel prodotto finanziario sbagliato!
Un prodotto sbagliato e’ un prodotto che
A – non è’ adeguato alla tua propensione di rischio
B – e’ mal gestito
C – costa troppo
Non ha niente a che vedere col fatto che il prodotto perda o guadagni.

Nel mondo degli investimenti, voler recuperare a tutti i costi mantenendo un prodotto finanziario sbagliato porta molto spesso solo a perdere altri soldi

Invece occorre uscire dalla sala, cioè disinvestire, e poi investire quello che è rimasto in qualcosa di meglio.

Questa operazione, semplice da un punto di vista pratico, è molto difficile dal punto di vista emozionale.
Vendere significa ammettere a te stesso di aver perso tempo e soldi per comprare un prodotto scadente.

Significa ammettere che hai sbagliato, e non è mai piacevole.
Ma saper riconoscere un errore, ti consente di evitarne in futuro.

Posso aiutarti a riconoscere se un investimento o un prodotto è’ sbagliato, o se è’ sbagliato per te.
Esci dalla sala! 👍

“Siamo definiti dalle opportunità, anche da quelle che manchiamo”.

CRYPTOVALUTE IN CRISI: CHE FARE?

Ancora una giornata difficile per le cryptovalute, nello specifico Bitcoin fa un altro -14%.
La discesa potrebbe arrivare fino a 4600 dollari (cioè un altro -15% da oggi) e in caso di scenario negativo anche ad un estremo di 3100 dollari (cioè un altro -40% da oggi)

La raccomandazione su BitCoin e le altre è’ al ribasso da gennaio 2018.

 

COSA STA PER SUCCEDERE SUI MERCATI?

Il CDS (Credit Default Swap) e’ una sorta di assicurazione, che serve a coprirsi dal rischio del fallimento di una particolare azienda o Stato.
Più alto il prezzo dell’assicurazione, più alto il rischio che quell’azienda o stato fallisca.

Adesso, il prezzo del CDS a 5 anni di General Electric sta letteralmente salendo in orbita.
C’è qualcosa di grosso (e pesante) nell’aria…
GE ha 111 miliardi di bond rating BBB.
E chissà quanti obbligazioni fuori bilancio.

Sta per succedere qualcosa di grosso sui mercati.

BITCOIN SCENDE ANCORA

Il calo di questi giorni di BitCoin ha dimostrato come le cryptovalute siano un investimento come un altro, e che almeno al momento siano anche altamente rischiose.
Con la discesa di ieri Bitcoin arriva a 5600$, che fa -71% dai massimi di dicembre 2017.

MERCATI IN RIBASSO, COSA FARE?

MERCATI IN RIBASSO, COSA FARE?

A fine ottobre 2018, ben 62 tipologie di investimento su 70 presentavano risultati negativi da inizio anno, una situazione straordinaria che non si verificava dal 1901.
In pratica, la maggior parte degli investimenti sta fornendo un rendimento negativo.

Cosa accade quando i risparmiatori si trovano di fronte a situazione come queste? Di solito sale la paura e spesso si fanno scelte sbagliate.
I dati dei fondi sia obbligazionari che azionari segnalano che molti stanno vendendo, contabilizzando perdite che difficilmente riusciranno a recuperare.

È proprio in questi momenti che occorre mantenere i nervi saldi, controllare il portafoglio per verificare di aver diversificato bene, avere comprato mercati, titoli e valute diverse, in modo da aver creato un portafoglio bilanciato, con prodotti efficienti.

La nostra ansia, la nostra paura e in definitiva noi stessi possiamo essere i peggiori nemici del nostro denaro.

Per questo, ti serve l’aiuto di un Consulente Finanziario

UN’ALTRA BANCA ITALIANA IN CRISI

Non c’è fine per la crisi della Carige (Cassa di risparmio di Genova)
Stamattina titolo sospeso in Borsa in attesa di un prestito dal Fondo Interbancario che permetta all’azienda di arrivare al nuovo aumento di capitale.
Il titolo che valeva quasi 6€ per azione nel 2014 oggi vale 0,0037 euro
(si avete letto bene, una frazione di un centesimo di euro).

https://www.milanofinanza.it/news/esclusivo-carige-il-fondo-interbancario-verso-il-salvataggio-201811121210233482