News

BTP 2018: conviene vendere o da comprare?

By Ottobre 12, 2018 No Comments

BTP: l’acquisto della vita o rischio da evitare?

in altre parole: i BTP sono da vendere o da comprare?

Sono due facce della stessa medaglia:
1 – Da un lato oggi i BTP sono considerati più rischiosi delle obbligazioni ad alto rendimento (dette anche junk bond – obbligazioni spazzatura) emessi in euro (il grafico in basso mostra la correlazione dei due rendimenti)

2 – dall’altro lato grandi case di investimento come Natixis o JP Morgan considerano l’attuale spread una buona opportunità di investimento e stanno aumentando la quota di BTP in alcuni loro fondi.

Quello che sembra in realtà è che i mercati non siano preoccupati per i fondamentali, e neppure per un’improbabile insolvenza dell’Italia. La maggiore paura, quella che tiene elevato lo spread BTp-Bund oltre ogni ragionevolezza economica, è politica: gli investitori temono che l’Italia possa prima o poi uscire dall’euro.
Questa preoccupazione è misurabile attraverso le quotazioni di speciali derivati chiamati Cds: calcola Calipso, società specializzata nel settore, che attualmente i prezzi dei Cds assegnano una probabilità bassa all’ipotesi di insolvenza dell’Italia (il 13,2%) e una probabilità quasi doppia all’ipotesi che il Paese torni alla lira (23,8%). (secondo grafico)

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/11/jp-morgan-impennata-dello-spread-e-opportunita-di-investimento-la-sostenibilita-del-debito-non-in-discussione/4684895/amp/?__twitter_impression=true